martedì 14 maggio 2013

Very Inspiring Blogger Award & Liebster Award VII

Nuovi premi per il blog! Ringrazio di cuore Loredana del blog Del furore d'aver libri per avermi assegnato il Very inspiring blogger award e Camy di Born to be Wilde per il conferimento di un nuovo Liebster Award!
Li ritiro in quest'ordine, partendo quindi dal Very inspiring blogger, occasione per confrontarmi con un nuovo regolamento.


Oltre ai ringraziamenti a Loredana, blogger premiante, e all'inserimento del link al suo blog, infatti, è previsto che io fornisca 7 informazioni su di me e che premi a mia volta 15 blogger, da avvisare puntualmente. Passiamo dunque alle notizie su di me:
  1. Presto particolare attenzione alle colonne sonore dei film
  2. Ho un pastore tedesco di nome Argo, così chiamato in onore del cane di Ulisse
  3. Non ho uno scrittore preferito
  4. Mi sono laureata con una tesi sulle maghe della poesia greca
  5. Sono molto pignola
  6. Gli errori di grammatica e sintassi (quando non siano evidentemente sviste di stampa) mi fanno contorcere dall'orrore
  7. Mi stupisco di aver trovato sette nuove cose da dire di me!
Ho deciso di premiare i seguenti blog:
Veniamo ora al premio di cui mi fa dono Cammy: come ormai sapete, il Liebster Blog Award prevede, oltre ai ringraziamenti e al link verso il blogger premiante, che si risponda ad alcune domande poste dal blogger stesso.


Non per scortesia, ma solo per il fatto che sono passate solo due settimane dall'ultima premiazione, non rilancerò il Liebster Award, ma rispondo volentieri alle domande di Cammy:
  1. Il libro che dovrebbe essere letto OBBLIGATORIAMENTE da tutti i quelli che conosci. Penso che non esistano libri adatti a tutti, ma consiglierei caldamente la lettura di almeno uno dei libri della Trilogia degli Antenati di Calvino.
  2. Il personaggio letterario preferito e perché. Jo, di Piccole donne, perché condivido con lei la passione per la scrittura e il suo carattere suscita in me una grande ammirazione.
  3. Il personaggio letterario detestato e perché. Emma Bovary, troppo capricciosa e cieca di fronte a qualsiasi evidenza.
  4. L'autore più FAIL che tu abbia letto. Su Philip Roth ho messo un'enorme croce dopo aver letto L'animale morente in preparazione ad un esame.
  5. La cosa che ti rende davvero felice. Non amo parlare di questioni sentimentali ed emozionali, quindi dirotto la risposta sugli interessi e il tempo libero: mi rende felice e soddisfatta una lunga seduta di scrittura che trascorra velocemente e senza intoppi.
  6. Il libro del cuore. Il libro della mia infanzia (già citato mille volte, abbiate pazienza): Ascolta il mio cuore di Bianca Pitzorno.
  7. Qual è la persona che ti ha spinto o che ti sostiene in questa passione? Hai l'occasione per ringraziarla pubblicamente ;) Mia madre ha il grande merito di avermi indirizzata alla lettura.
  8. Su un'isola deserta tu e un libro: quale? (tieni conto che dovrà tenerti compagnia a lungo). Domanda molto difficile... forse proprio il libro del cuore del punto 6, letto almeno otto volte senza che abbia perso il suo fascino.
  9. Piatto preferito e cucinato da chi. I tortelli alla zucca cucinati dalla nonna.
  10. Da grande farai/sarai/vorrai... L'insegnante di Lettere.
  11. Se fossi un animale quale saresti? Un cane per tenerezza, un gatto per pigrizia (anche se non amo particolarmente la compagnia di questi felini).
Ringrazio ancora Loredana e Cammy, assieme a tutti i blogger e lettori che mi hanno assegnato i precedenti premi.

C.M.

30 commenti:

  1. Belle risposte!! Ero proprio curiosa!:) abbiamo la Pitzorno in comune tra le letture dell'infanzia..è stupendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano belle le domande! Quanto ai libri della Pitzorno, sono ottime letture di infanzia! In libreria ho visto la riedizione dei suoi libri, con una rilegatura molto elegante... li ricomprerei tutti! :)

      Elimina
  2. complimenti cara =)
    se ti va passa a trovarmi:http://viviconvivi.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto volentieri, grazie della segnalazione! :)

      Elimina
  3. Grazie, sei stata molto carina!
    Condivido la simpatia per Jo March...era la più decisa di tutte. Emma Bovary per me rimaneva un mistero, e m'indispettiva non poco. Va bene essere sognatrice, ma dopo un po' DEVI tornare con i piedi per terra. Ammetto che non conosco la Pitzorno, pur avendola sentita citare tante volte...bene, un nuovo autore da leggere. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che siamo d'accordo su Jo ed Emma! Bianca Pitzorno scrive principalmente per bambine e ragazze, ma ti garantisco che le sue storie sono godibilissime anche per i grandi, io ogni tanto me le rileggo!!

      Elimina
    2. Bene! E' buffo, ma in questi giorni pensavo ad un'altra autrice per ragazzi, Cressida Cowell, di cui ho regalato un libro qualche anno fa. Scrive molto di draghi (e questo me la rende molto cara al mio cuore), e in modo positivo. Stavo pensando di comprare per me il libro che ho regalato "Come addestrare un drago", che ho letto e che mi era piaciuto moltissimo per il suo messaggio: siamo tutti diversi e belli per questo motivo. Valorizziamoci e diamo il nostro personale contributo.
      E' vero che sono ampiamente fuori target rispetto al pubblico di lettori della Cowell (ho superato la quarantina), ma mi attira moltissimo. Il fanciullino pascoliano è ben vivo e presente in me. Per cui, mi sento autorizzata a cercare la Pitzorno e a leggerla. :-)

      Elimina
    3. Più che autorizzata, Loredana! Non esiste un limite d'età per godersi i buoni libri! :D

      Elimina
  4. Cristina grazie davvero!!! Appena ho un'attimo creo un post di risposta un abbraccio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è fretta, Jerry, prenditi il tempo che ti serve! ;)

      Elimina
  5. Cristina, grazie di cuore! ^^
    Ti dedicherò un post il prima possibile! Magari appena mi tolgo l'interrogazione di filosofia e sarò libera dai libri per un giorno xD
    Grazie, grazie, grazie! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ps. Anche io ho un libro di Bianca Pitzorno legato alla mia infanzia: la Bambinaia Francese! Ogni tanto ancora lo rileggo.. mi fa tornare in mente così tanti ricordi! *__*

      Elimina
    2. Quello mi manca! Tranquilla, prenditi il tempo di cui hai bisogno, non c'è alcuna fretta! E in bocca al lupo per l'interrogazione di filosofia (io dovrò dare ripetizioni su Aristotele dopodomani, ma confesso di essere un tantino arrugginita)!

      Elimina
  6. Grazie, grazie, grazie e complimenti per i nuovi premi.
    Continua così! ;)

    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farò il possibile, l'entusiasmo non mi manca! Grazie a te!

      Elimina
  7. Del primo elenco abbiamo in comune i punti 1, 3, 5 e 6... :-)
    Complimenti per i nuovi premi, Cristina, e grazie per la menzione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lieta di questa corrispondenza! Grazie a te! :)

      Elimina
  8. Complimenti e grazie di cuore Cristina :)
    Gentilissima come sempre...

    RispondiElimina
  9. scusate l'OT, ma - dopo tanti discorsi sui libri - non so resistere ai tortelli di zucca della nonna:
    buoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccome se sono buoni, valgono bene un OT!! :)

      Elimina
  10. I tortelli di zucca! ADORO! E condivido l'insofferenza verso la madame D:
    grazie mille cara <3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e al tuo interessantissimo blog! :)

      Elimina
  11. Ciao Cristina,complimenti per i meritatissimi premi!
    grazie di cuore per aver premiato anche me:-)
    Trovi qui i miei ringraziamenti: http://lapisindomita.wordpress.com/2013/05/15/very-inspiring-blogger-award/
    grazie ancora:-)

    RispondiElimina
  12. effettivamente regalai madame Bovary subito dopo l'esame; dovetti leggere il libro in francese, bleah.
    Quella cima di Flaubert lo scrisse ben 14 volte (posso anche confondermi, i numeri sono il mio peggior incubo) prima di pubblicarlo...
    ricordo che prima degli esami pensai: "caro signore, EVITARE tanta fatica? Quante persone avrebbe reso felici!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che mi aspettavo molto di più da Madame Bovary, ma confesso che ero stata messa in guardia a dovere sul carattere smelenso del libro e della protagonista...

      Elimina
  13. Ti ringrazio soltanto ora poichè ho avuto molto da fare in questi giorni e non ho avuto tempo per i blog. Grazie mille, Cristina,ormai sono una tua fan affezionata.

    Viva le sacerdotesse di Atena!!

    Valivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://studiahumanitatispaideia.wordpress.com/2013/05/20/un-inno-ad-iside-da-un-papiro-del-iii-iv-secolo-nag-hammadi-egitto/

      Un collega blogger ha pubblicato questo inno...

      Elimina
    2. Grazie a te, Valivi, per il tuo entusiasmo e le belle pagine del tuo blog! :)

      Elimina

La tua opinione è importante: condividila!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...