domenica 22 dicembre 2013

Ultime su premi e riconoscimenti

Buon inizio di vacanze! Nei prossimi giorni, complice la pausa dal lavoro e le abbuffate che renderanno tutti noi un po'più sedentari, avrò tempo per dedicarmi al blog, programmando i post per le prossime settimane.
Innanzitutto, devo rimettermi al passo con il ritiro dei riconoscimenti assegnati al mio blog e con i relativi ringraziamenti. Premetto che, sebbene mi faccia molto piacere ricevere le attestazioni di stima di colleghi blogger, non ritirerò più i premi assegnati secondo la modalità della 'catena' con specifici post e risposte alle domande, anche se, ovviamente, non mancherò di accettarli e inviare i miei ringraziamenti in caso di ulteriori menzioni. Il motivo è legato al fatto che, come avrete notato, preferisco suggerire la lettura dei blog che seguo affidandomi più al blogroll nella barra di destra e alla segnalazione di singoli articoli attraverso la rubrica Owl Prize.
Data questa premessa, voglio ribadire che tutti i premi ricevuti sono graditissimi e passare al ritiro degli ultimi riconoscimenti ricevuti, in ordine di data.


Grazie a Mariapiera di Chiacchiere in libertà per il Versatile Blogger Award e per aver motivato la scelta definendo i miei post 'curati nei minimi dettagli' e 'interessanti'.
Grazie a Yaxelle di Nella trama per avermi conferito il Liebster Award. Dato che nel suo post poneva ai premiati alcune domande, risponderò alla sua curiosità:
  1. Tre libri con cui ti descriveresti. Rispondo riferendomi ai tre libri che rispondono più strettamente al mio modo di pensare e alle mie passioni: Uno, nessuno e centomila di Pirandello, Gli dei e gli eroi della Grecia di Kerényi e la raccolta Myricae di Pascoli.
  2. Se potessi realizzare un sogno, senza nessuna preoccupazione o conseguenza, quale sarebbe? La conclusione e la pubblicazione del mio romanzo.
  3. Il posto in cui più di tutti vorresti andare? La Grecia.
  4. Hai la possibilità di incontrare un celebre personaggio che ormai non c'è più; chi sarebbe? Uno dei nostri eroi risorgimentali, chiunque esso sia.
  5. Quand'eri piccola/o, cosa volevi fare da grande? E adesso? Ho desiderato fare l'archeologa fino ai 14 anni, poi sono subentrati (anche se senza scalzare quella passione originaria) l'amore per la letteratura e il desiderio di diventare insegnante, che si sta realizzando.
  6. Tè o caffè? Tè per il relax, caffè per la carica.
  7. L'esperienza più bella che ti è capitato di vivere? I due giorni della laurea, nonostante la tensione, sono stati estremamente gratificanti.
  8. Hai fobie o paure particolari? Se sì, quali? Sono un po' ansiosa, a volte mi agito anche per una piccola imperfezione nei miei piani.
  9. C'è qualcosa di cui non potresti assolutamente fare a meno? Un libro a portata di mano.
  10. Cos'è che ti raddrizza il morale in una giornata decisamente no? Argo, il mio cane, che cerca le coccole.
  11. Se ti venisse chiesto di compiere una buona azione, e avessi la possibilità di fare qualunque cosa, cosa sceglieresti di fare? Un quesito molto impegnativo, cui non so rispondere, una grande responsabilità richiede una riflessione adeguata.
Un grazie particolare a Valivi di Acqua e Limone che, pur sottolineando che il premio che ha assegnato lo scorso 26 novembre 'non significa nulla', mi ha onorata del Faccia di Limone Award, motivando la sua scelta con un intervento che mi onora sicuramente più di quanto non meriti.


Vi consiglio di visitare i blog da cui mi sono stati assegnati questi premi, rinnovando, come sempre, i miei ringraziamenti a premianti e lettori.

C.M.

Nessun commento:

Posta un commento

La tua opinione è importante: condividila!